octubre 2019 eNews

“In Cruce Vita” (“Nella croce è vita”)

Saluti da Pittsburgh in occasione dell’anniversario della nascita di Elisabeth! Oggi saremo uniti a molti nella preghiera. Negli Stati Uniti verranno celebrate quattro messe per la causa di Elisabeth. Noi parteciperemo alla messa mattutina che sarà celebrata per la causa presso l’oratorio di Pittsburgh.

Le nostre riflessioni mensili ci sono mancate, ma in questi ultimi mesi ci siamo goduti un po’ di riposo. Questo ottobre, per la prima volta dopo qualche anno, non trascorreremo del tempo in Francia per lavorare alla causa di Elisabeth. Continuiamo a pregare affinché la volontà di Dio per la sua causa si manifesti. Mi mancherà pregare sulla tomba di Elisabeth. Quando prego Elisabeth mi immagino spesso davanti alla sua tomba e rifletto sulle parole che ci sono scritte: “In Cruce Vita” (“Nella croce è vita”). Ho pensato a queste parole in modo particolare perché io e alcuni dei nostri più stretti sostenitori stanno affrontando dei problemi di salute. Elisabeth scrisse spesso di unirsi a Cristo in tutte le sue sofferenze e soprattutto quando soffriva fisicamente. Ho iniziato recentemente a utilizzare nelle mie preghiere alcune delle parole di Elisabeth qui sotto riportate, e le condivido per la riflessione di questo mese.

9 gennaio 1914

Sei mesi di sofferenza: sofferenze acute del corpo, sofferenze dell’anima, privazioni di ogni sorta, umiliazioni e tante pene. Oh, che almeno si tratti di una risposta divina! Non è così, Signore? E che nulla del mio dolore vada perduto! Più forte del mio povero agire, più forte della mia preghiera imperfetta, possa questa sofferenza raggiungere il tuo Cuore e diventare la forma più efficace di supplica. Non tardare, esaudisci, mio Dio, quei desideri che conosci così bene. Concedi grande, cristiana felicità a questi amati figli, e santificali tutti. Porta presto a compimento le intime conversioni e le profonde santificazioni che mi attendo dalla tua grazia. Unisci alla mia anima le anime che mi sono care, quella che mi è più cara di tutte, e metti fine a questa dolorosa solitudine spirituale che tanto pesa su di me. E poi santifica anche me attraverso tutta questa sofferenza, avvicinami al tuo Cuore e insegnami ad amarti meglio e a servirti meglio.

Prendo la decisione (e a tal fine imploro la tua grazia) di non lasciarmi più andare in futuro a quei cedimenti che ho avuto nelle ore dolorose, di essere sempre dolce, umile, piena d’amore.

Aiutami, mio caro Salvatore.

Richieste di preghiere

Continuiamo a ricevere e condividere richieste di preghiere provenienti da tutto il mondo. La lista delle richieste di preghiere è consultabile a questa pagina

Con le nostre preghiere,

Jennifer e Joe